lunedì 10 novembre 2014

pasta madre...ehh...già...questa proprio mi mancava....

e voi direte, ma che c'entra tutto ciò con i gioielli?
e io vi rispondo mica si può stare tutto il giorno a perlinare qualche volta é meglio staccare....e così
ho deciso di sperimentare il lievito autoprodotto il cosidetto lievito madre o pasta madre. Per fare ciò mi sono documentata in internet, ho trovato dei siti veramente efficaci che spiegano passo passo i vari passaggi che a prima vista possono sembrare complicati, ma che in realta non lo sono. Sicuramente c'é bisogno di un po di costanza, perche come ho letto e dalla mia diretta esperienza il lievito va seguito, sfamato e coccolato...hihihi...proprio come un cucciolo.
La partenza di tutto ciò risale alle ore10 del 6 novembre,con 200grammi di farina 00 e dell'acqua per amalgamare,  da allora ho fatto 2 "rinfreschi"...si chiamano così...
Vi posso dire che fin qui l'esperimento é stato più che soddisfacente, "stupefacente"e gratificante.



questo che vedete é il risultato prima del secondo rinfresc
sotto il segno del nastro carta prima che lievitasse, in pratica é raddoppiato

questo é come si presenta all'interno, sembra quasi una spugna...con un po di fantasia...eheh...

gli alveoli in primo piano, che forza ragazzi!

e quì tutto é pronto per il secondo rinfresco
un rinfresco equivale in questo caso a tirare fuori dal vaso di vetro l'impasto, potrebbe stare anche in una ciotola di ceramica o avvolto in un panno umido se ho ben capito, togliere eventuali parti indurite, perchè hanno poco potenziale lievitante, pesare io ne ho tenuto 200gr e ho aggiunto la stessa quantità di farina ed ho riamalgamato tutto sempre con l'aggiunta di acqua.
Guardate l'immagine, ecco come si presenta la pasta madre prima dell'aggiunta di nuova acqua e farina, la consistenza é un po appicicaticcia

operazione conclusa! qui é pronta per ripartire, incrociamo le dita e speriamo bene ;O)
nb.questo post non ha la presunzione di insegnare niente a nessuno anche perchè la rete é piena di buone spiegazioni epppooooiii sto imparando anch'io, ma mi faceva piacere coinvolgervi e trasmettervi  un po di entusiasmo e magari farvi venire voglia di provare se ancora non l'avete fatto...beh...quello sì
alla prossima e cercherò di tenervi aggiornate nel bene e nel male



ed eccomi quì per il resoconto finale: esperimento non riuscito, tutto da rifareeeeee....ho fatto le dosi a occhio dell'acqua e forse ne ho messa troppa, fatto sta che la pasta é praticamente rimasta così com'era....ora mi do un po di tregua e quando me la sentirò ci riproverà nuovamente.
Peccato, perchè la cosa mi stava appassionando per dindirindina

Posta un commento