venerdì 12 febbraio 2010

una timida nevicata a Roma

e quì le tracce del nostro reporter si fanno più confuse, da che parte si sarà diretto?...quale strada avrà preso???

l'oleandro non sembra più lui



le ortensie



e il fico d'India



anche l'albero di canfora più vecchio di Roma si é messo l'abito bianco



che spettacoloooooooo...é tutto immacolato...avvolto da una strana atmosfera ovattata, sembra che il tempo si sia fermato, quì e la colgo delle voci provenienti da altre terrazze e intanto continuo la mia missione di "reporter sotto la neve"



e lo stupore e la gioia aumentavano insieme all'aumentare dei fiocchi che già cominciavano a stratificarsi, così quel vetro non mi bastava più e... ho cambiato finestra....woowww....
anche la piazza sotto la mia finestra si sta ammantando di neve....chissà dalla terrazza che bel panorama...ma non posso...vabbé oggi la febbre non ce l'ho...non posso mancare a un appuntamento tanto straordinario...così sono entrata nell'armadio e ne sono uscita con tre cappelli, 4 maglioni, 2 sciarpe, tre pantaloni, 5 giacche.... che se m'avessero vista m'avrebbero potuto scambiare benissimo per un pupazzo di neve....prendo la macchina fotografica e viaaaa...



La nevicata era già annunciata, ma la sorpresa é stata comunque grande quando ho visto cadere i primi fiocchi che facevano mulinello trasportati dal vento... con la faccia incollata al vetro per paura di perdere un solo istante di questo tanto atteso quanto insolito avvenimento almeno da queste parti se avessi potuto vedere la mia espressione di stupore e meraviglia di quel momento probabilmente avrei rivisto me da bambina
Posta un commento